#TICBLIVE

domenica 12 febbraio 2017
14:30

#GrazieRiccardo: il saluto di Tonino Raffa

di Tonino Raffa per #tuttoilcalcioblog
Spegne il suo microfono e dice addio alle radiocronache, per traghettare verso la pensione, Riccardo Cucchi. Ai tanti che, come voi, mi chiedono un pensiero rispondo che riavvolgo volentieri il nastro dei ricordi e rivedo, come in un filmato alla moviola, più di trentacinque anni di vita professionale comune, cementata da una grande amicizia e da assoluto rispetto reciproco. Siamo entrati insieme in Rai nel 1979, con l'apertura della terza rete. Finita la fase sperimentale il direttore, Luca Di Schiena, organizzò un corso per i neo assunti delle sedi regionali, che si svolse a Roma nella primavera dell'81. In quel corso, diretto da uno dei più grandi inviati Rai del dopoguerra, Aldo Salvo (amico e collega del fondatore della redazione sportiva della Radio, Vittorio Veltroni), si formò , forse per caso, buona parte della seconda generazione dei radiocronisti di "Tutto il calcio". I nomi ? Eccoli : Riccardo Cucchi da Campobasso, Emanuele Dotto da Genova, il sottoscritto dalla Calabria e, nel turno precedente, Livio Forma dalla sede di Aosta. Ci siamo conosciuti tutti in quella occasione, non ci siamo più persi di vista nemmeno per un giorno. Avevamo scoperto che amavamo la radio, il mezzo che più di ogni altro incarnava il nostro ideale di gioventù ed aveva acceso il nostro immaginario infantile. Aggiungo che in quel corso trovammo altri colleghi di grandi qualità, come Antonello Valentini (veniva dalla sede di Bari) diventato poi capo ufficio stampa e direttore generale della Federcalcio e Luciano Caveri (anche lui, come Forma, arrivava dalla sede di Aosta), eletto negli anni successivi al Parlamento europeo. Penso di poter rivelare che, quando Riccardo qualche giorno fa mi ha chiamato per confermarmi la decisione, ci siamo commossi entrambi. In fondo, siamo stati compagni di corso e di ...percorso. E dopo il mio trasferimento a Roma nel '99, siamo stati per diversi anni anche compagni di stanza. Prima che venisse investito, meritatamente, della responsabilità di capo redattore, infatti, nella saletta degli inviati la sua scrivania era accanto alla mia. E quando è uscito il suo libro sui cinquanta anni della trasmissione ("Clamoroso al Cibali" edito dalla Minerva di Bologna), lo abbiamo presentato insieme in una quindicina di città italiane, perché ha spesso proposto che io fossi al suo fianco. Ci siamo detti sempre che abbiamo fatto parte di una bellissima "squadra", che è cresciuta perché ha avuto la fortuna di lavorare con la prima grande generazione (formata da Ameri, Ciotti, Ferretti, Provenzali, Luzzi, Pasini e gli altri). Da quei maestri di un tempo abbiamo appreso molto e dobbiamo essere grati a loro. Adesso anche per lui è arrivato il momento di staccare la spina. Mancherà a tutti la sua voce. Ma a noi della famiglia di "Tutto il calcio" non mancherà mai la sua amicizia. Ci siamo dati appuntamento a presto, appena io ricapiterò a Roma o lui passerà dalle mie parti. D'ora in poi avremo più tempo a disposizione per vederci, senza saltare da un aereo all'altro, senza correre per i corridoi di Saxa Rubra con il bagaglio in mano. Solo per il piacere di ricordare, insieme con le nostre famiglie, che abbiamo fatto il mestiere più bello del mondo e lo abbiamo fatto, con orgoglio, per la Radio italiana.







0 commenti:

TICB Tv

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.